Taglio laser

Programmazione delle macchine di taglio laser in piano con il software almaCAM Cut

Alma ha costantemente accompagnato lo sviluppo della tecnologia di taglio laser. Grazie al miglioramento delle macchine, sempre più potenti e polivalenti, il taglio laser ha assunto un posto considerevole nel settore della lavorazione della lamiera. Attualmente, oltre la metà dei clienti di Alma nel mondo è dotata di almeno una macchina di taglio laser.

Il processo tecnologico

Il taglio laser è un processo di taglio e di lavorazione termica che concentra l’energia di un fascio laser potente su piccolissime superfici (da 0,1 mm a 0,5 mm). Rapido da attuare ed eseguire, questo metodo riduce in modo significativo i cicli di produzione, conciliando affidabilità e flessibilità.

Utilizzato principalmente per le lamiere fini, il taglio laser permette di realizzare rapidamente pezzi di forma semplice o complessa con un’eccellente precisione su diversi tipi di materiali che vanno fino a 25 mm di spessore. Inoltre, grazie alla precisione del fascio laser ed all’assenza di contatto con le superfici, il taglio laser evita la deformazione e la perdita di materiale, offrendo di conseguenza un rendimento ottimale. Perfetto per la prototipazione, questo processo è inoltre adatto alla fabbricazione in medie o grandi serie.

Esistono tre principali tipologie di processi di taglio laser: CO2, Yag e fibra. Se il laser CO2 è adatto ai grandi spessori, il taglio laser fibra consente di migliorare le prestazioni e di abbattere i costi per i piccoli e medi spessori . Questo processo concentra oggi la maggior parte degli investimenti in macchine di taglio laser 2D.

Vantaggi e benefici di almaCAM Cut per il taglio laser

L’efficacia del nesting, l’integrazione di tutte le modalità di taglio laser, la gestione dei parametri tecnologici e l’automazione del software fanno di almaCAM Cut il sistema più produttivo per la programmazione delle vostre macchine di taglio laser.

Risparmio significativo di materiale

  • Notevole riduzione degli sfridi grazie alle prestazioni del nesting automatico, disponibile con diverse strategie operative.
  • Ottimizzazione dei nesting con taglio in comune.
  • Gestione ottimizzata della molteplicità dei nesting per la produzione di grandi serie.

Tempi di programmazione ridotti al minimo

  • Assegnazione automatica delle condizioni di taglio, degli sfondamenti, delle traiettorie di riconfigurazione, ecc.
  • Nesting automatico che limita o elimina le necessità di intervento da parte dell’utente.
  • Possibilità di funzionamento del software in modo completamente automatico.

Ottimizzazione dei tempi di ciclo

  • Calcolo ottimizzato della traiettoria dell’utensile.
  • Calcolo automatico dei percorsi utensile per il taglio in comune secondo diverse strategie (tagli in comune a “tavoletta di cioccolato” o con pretaglio dei pezzi adiacenti).
  • Rilevamento automatico delle collisioni e generazione delle traiettorie rapide in modalità “testa alta” o “testa bassa”.
  • Taglio più rapido delle matrici di fori grazie alla funzione “quick grid”: posizionamento degli sfondamenti, split di contorni, sequenza a strisce per tagliare le griglie di fori in modo ottimizzato, riducendo la potenza del laser tra due tagli invece di interromperlo e riavviarlo.

Completa padronanza dei processi tecnologici e delle macchine complesse

  • Gestione ad hoc dei parametri in funzione delle condizioni di taglio utilizzate (gas, lente) e della dimensione dei contorni.
  • Gestione delle diverse modalità di foratura laser.
  • Gestione intelligente del taglio di lastre rivestite di pellicola (bruciatura o vaporizzazione).
  • Integrazione di tutte le macchine di taglio laser e di tutti i processi connessi (incisione, marcatura, puntamento, micro-saldatura, ecc.).
  • Presa in considerazione delle caratteristiche tecnologiche specifiche di determinate macchine, come ad esempio gestione delle zone di lavorazione per le macchine con riposizionamento.
  • Gestione di macchine dotate di teste per cianfrinatura con preparazione automatica del programma: calcolo dell’ordine delle passate e degli offset, generazione automatica dei cicli di riconfigurazione o degli sfondamenti, generazione di un contorno esterno per prendere in considerazione l’ingombro effettivo dei pezzi all’interno del nesting ed assegnazione dei parametri di taglio in base all’angolo.
  • Gestione di macchine combinate (laser e punzonatura).

Integrazione completa con altri moduli CAD/CAM per automatizzare il ciclo di sviluppo – taglio – piega

  • Importazione in 3D di pezzi di lamiera con pieghe.
  • Associazione con il modulo per lo sviluppo di pezzi di lamiera con pieghe Unfold (importazione e modifica geometrica o della lavorazione dei pezzi piegati).
  • Associazione con il modulo almaCAM Bend (modifica delle dimensioni dei pezzi sviluppati in funzione degli utensili utilizzati).

Un approccio che consente di massimizzare la qualità del risultato

  • Gestione ad hoc dei parametri in funzione delle condizioni di taglio utilizzate (gas, lente) e della dimensione dei contorni.
  • Assegnazione automatica degli sfondamenti (posizione, tipo, lunghezza e angolo) in base al tipo di materiale e di spessore e correzione automatica degli sfondamenti errati.
  • Possibilità di scelta tra varie tipologie di cicli di riconfigurazione disponibili per un taglio ottimale degli angoli.
  • Calcolo di sequenze di taglio specifiche per ripartire il calore sulla lamiera.
  • Gestione del taglio dello scheletro con numerose possibilità di configurazione per eliminare i vincoli o appiattire la lamiera prima dell’operazione di taglio.
  • Possibilità di rilanciare un programma per tagliare un singolo pezzo.

Programmazione che garantisce la sicurezza in macchina

  • Scelta fra diverse strategie per evitare le collisioni della testa di taglio con pezzi già tagliati (ribaltamento): sollevamento della testa, traiettorie paraboliche, aggiramento del pezzo tagliato e utilizzo di sequenze che riducono i rischi di sorvoli pericolosi della testa sopra i pezzi tagliati.
  • Gestione del controllo dell’altezza della testa per il taglio in prossimità dei bordi lamiera.
  • Possibilità di fissare i piccoli pezzi con barrette per evitare che cadano sotto il piano.

Metodi che facilitano la movimentazione dei pezzi in officina

  • Gestione del taglio dello scheletro con numerosi parametri per agevolare l’evacuazione dello sfrido.
  • Evacuazione dei contorni interni, suddividendoli in piccoli pezzi, per evitare un’evacuazione manuale o tramite portello.
  • Gestione dell’evacuazione (portello, lift) e dello smistamento dei pezzi con sistemi di pallettizzazione.Metodi di nesting in funzione della definizione di gruppi di priorità per semplificare lo smistamento dopo l’evacuazione.

Marche pilotate di macchine per il taglio laser 2D

  • Adige
  • Adira
  • Advance Tech
  • Air Liquide
  • Alfa Laser
  • Amada
  • Balliu
  • Baykal
  • Bodor
  • Bystronic
  • Cincinnati
  • Cori
  • CR Electronic
  • CY Laser
  • Debao
  • Dalcos
  • Dimeco
  • DNE Laser
  • Durma
  • Eagle
  • Eckelmann
  • Edel
  • Ermaksan
  • ESAB
  • Farley
  • FLP
  • Gabella Macchine
  • GHT
  • Gweike
  • Hankwang
  • Han’s Laser
  • HSG
  • Jordi
  • Lag Rainer
  • Lasercomb
  • Limoges Precision
  • LVD
  • LVD Shape
  • Mazak
  • Mecanumeric
  • Messer
  • Microstep
  • Mitsubishi
  • NTC
  • Penta Chutian
  • Prima
  • Prima Power
  • Puris
  • Qingyuan Laser
  • Raskin
  • Rouchaud
  • SAF
  • Salvagnini
  • Schiavi
  • Sibonac
  • SM System
  • Suzhou Lead Laser
  • Tamari Industry
  • Tayor
  • TCI Cutting
  • Techtronix
  • Tecoi
  • Tianqi Laser
  • Trumpf
  • TTM
  • Unity Prima
  • Wuhan Gn Laser
  • Yawei
  • YSD
  • Yueming